Coordinatore: Leonardo Trombelli

Innovazioni tecniche in chirurgia ricostruttiva parodontale e peri-implantare

Roberto Farina

Nell’ultimo decennio, la innovazione nel campo della chirurgia ricostruttiva dei tessuti di supporto dei denti e degli impianti dentali è stata determinata, in parte, dalla semplificazione delle procedure. Proprio in questa direzione, l’Università di Ferrara (UniFe) ha dato il suo contributo, elaborando e validando nuovi approcci che consentano di ridurre la complessità tecnica, la morbilità, i tempi e i costi dell’atto chirurgico, pur mantenendo una efficacia clinica almeno sovrapponibile rispetto alle tecniche tradizionali di riferimento. Per la chirurgia parodontale ricostruttiva è stato proposto il Single Flap Approach, basato sul sollevamento di un lembo su un unico versante (vestibolare o orale) per l’accesso e il trattamento dei difetti parodontali infraossei. Sul versante della chirurgia ricostruttiva peri-implantare, UniFe ha elaborato una sequenza standardizzata di strumenti rotanti e manuali (Smart Lift) che consente di ottenere sostanziali incrementi verticali della cresta ossea in corrispondenza dei sestanti mascellari posteriori atrofici. In ultimo, è stata recentemente proposta la tecnica Sub-periosteal Peri-implant Augmented Layer(SPAL) per l’aumento dei tessuti duri e molli nella porzione più coronale dell’impianto.

Il flusso digitale in implantoprotesi

Eugenio Romeo

L’introduzione di metodologie digitali in odontoiatria sta sostanzialmente modificando in maniera importante il flusso di lavoro in implantologia e protesi. Dalla pianificazione estetica e relativa previsualizzazione del risultato ottenibile, alla pianificazione del trattamento implantare, all’esecuzione delle procedure chirurgiche guidate e infine alla progettazione e realizzazione dei manufatti protesici che possono arrivare ad essere ottenuti esclusivamente in via digitale.

Peraltro la riabilitazione impianto-protesica consente di ottenere risultati estetici eccellenti predicibili e mantenibili nel tempo a patto che venga eseguito un procedimento diagnostico preciso, seguito ovviamente da procedure chirurgiche e protesiche accurate.

Scopo della relazione sarà quello di valutare gli strumenti a nostra disposizione, la loro accuratezza e alla loro precisione per poter valutare il loro reale utilizzo clinico nella routine terapeutica.

 

Vantaggi dell’abutment conico nel mantenimento della salute peri-implantare

La malattia perimplantare  è una frequente  patologia presente  nei pazienti portatori di  protesi dentali impianto supportate. Recenti dati della letteratura riportano preoccupanti dati con  una prevalenza media del 43 %  Da un punto di vista clinico, la presenza di mucositi in aggiunta  alla mancanza di appropriate misure di igiene, sono associate ad un alta incidenza di perimplantiti. La terapia delle mucositi  può quindi  essere considerata una misura preventiva per l insorgenza delle perimplantiti. La  protesi fissa conometrica offre notevoli vantaggi sia ai pazienti che ai medici , aiutando entrambi nella prevenzione e nella gestione delle complicanze biologiche.
Contattaci

Maggiori informazioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.




Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l’informativa sulla privacy ai sensi del Reg. UE 2016/679 (Art. 13) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali *
Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:

Finalità 3.1
Do il consensoNego il consenso
Finalità 3.2
Do il consensoNego il consenso
Finalità 3.3
Do il consensoNego il consenso
Finalità 3.4
Do il consensoNego il consenso

Segreteria Congressuale

Orari segreteria dalle 9.00/13.00 e 14.00/18.00

Informazioni sul congresso:
info@congressoaio.it

Informazioni sulle iscrizioni:
iscrizioni@congressoaio.it

Logistica e sponsorizzazioni:
Giada Gonnelli
T. 069 760 5621 | g.gonnelli@fasiweb.com

Iscrizioni e cena sociale:
Flavia Ghelli
T. 069 760 5617 | f.ghelli@fasiweb.com